Call4Ideas: i vincitori delle sfide

Le Call4Ideas sono state delle sfide di open innovation indirizzate a giovani under 35 e lanciate insieme a tre aziende partner. Basate su specifiche problematiche, le soluzioni dovevano legarsi a principi di sostenibilità e innovazione.

In palio per i vincitori (due per ogni Call) delle borse di studio dal valore di €1.000,00 (l’una) e un’esperienza di lavoro concreta della durata di 3 mesi presso l’azienda partner della sfida. 

 

Call4Ideas “More than a CV”

La prima sfida è stata realizzata in collaborazione con EMM Systems Consulting e aveva come oggetto la semplificazione del processo di candidatura. A causa dell’elevato numero delle modalità utilizzate (tra CV, lettere di presentazione, portfolio online, ecc.) per le aziende diventa sempre più complicato riuscire a comparare le diverse proposte.

Perciò, si richiedeva una soluzione digitale, replicabile su scala mondiale e di facile utilizzo tanto per le imprese in cerca di nuova forza lavoro quanto per i candidati. 

Pietro Antonio Setaro e Gerardo Caravelli si sono distinti con il loro progetto dal nome MatchUp: i due hanno definito una piattaforma che, attraverso l’intelligenza artificiale, riesce ad analizzare i curriculum estrapolandone le informazioni principali. Queste vengono immagazzinate e recuperate nel momento in cui un’azienda lancia una nuova offerta di lavoro. L’obiettivo è andare a matchare le skills dei candidati rispetto alle richieste dell’offerta in questione. Fattore determinante è stata la presentazione di un prototipo funzionante che ha reso la loro idea ancor più concreta.

Call4Ideas “Logistica nell’ultimo miglio”

Con Sautech si è pensato di lanciare una Call che fosse incentrata sul problema della consegna dei pacchi in zone particolari come quelle a traffico limitato, aree pedonali, borghi con strade strette, e simili. In questo caso, hanno vinto due progetti.

Il primo è quello di Fiorenzo De Rosa basato sull’utilizzo di un veicolo completamente sostenibile, quale una cargo bike, caratterizzata dalla presenza di sistemi IoT che, abbinati ad un software, sono in grado di definire dei percorsi semplici e personalizzati per ogni consegna.

Il secondo è Generoso Giuseppe Tirone con Walkers, un progetto dalla metodologia “step by step” che crea compromessi rispetto alla catena di valore in modo da operare con la massima efficienza possibile e con maggiori margini di profitto possibile. I Walkers sono dei cittadini delivery che, sotto il consenso del destinatario finale, giungono all’hub point per ritirare il pacco e consegnarlo a piedi all’indirizzo di riferimento, entro un certo limite di tempo. 

Call4Ideas “Green Interior Design”

La terza e ultima sfida si è basata su un approccio maggiormente artistico-creativo. In collaborazione con Tremil e Tekla, si è chiesto ai candidati di pensare come rinnovare due pareti del Green Hub rispettando alcuni degli elementi già preesistenti. L’idea poteva prevedere diverse soluzioni tra parati, elementi d’arredo, murales, mosaici e simili. 

Annalaura Ciancone è stata la vincitrice della sfida con la presentazione di un progetto in grado di mantenere intatta l’anima del centro. Il suo obiettivo, infatti, è la valorizzazione dell’esistente con l’introduzione di piccoli accorgimento d’arredo, come elementi in legno, un colore d’accento quale un verde intenso e la definizione di una parete in verde stabilizzato accompagnata da un’illuminazione (opera dell’azienda partner) e da un’altalena.

Tale iniziativa non solo ha rappresentato un modo attraverso il quale avvicinare i giovani al mondo del lavoro, ma è stata anche un’opportunità per dimostrare quanti talenti sono presenti sul nostro territorio con tanta voglia di fare e di mettersi in gioco! 

Le “Call4Ideas” sono parte del progetto Talents Hub: un’iniziativa promossa da Talents APS con il finanziamento del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile nell’ambito del bando Fermenti.

REGISTRATI

Entra nella prima community di talenti del Sud che guardano alle sfide globali.

Registrati ora